Estintori: in vigore la nuova norma Uni 9994.1/2013. Aggiunti ulteriori controlli a quelli già in vigore

 La norma Uni 9994.1/2013 manda in pensione la vecchia Uni 9994/2003.La norma definisce  i criteri per effettuare :

  • il controllo iniziale;
  • la sorveglianza;
  • il controllo periodico;
  • la revisione programmata;
  • il collaudo,

estendendo le verifiche anche a quelle tipologie estintori che la vecchia non regolamentava (fuochi generati da metalli combustibili, quali potassio, sodio e loro leghe, magnesio, zinco, zirconio, titanio e alluminio in polvere classe D).

Fra i contenuti di maggiore novità della nuova UNI sugli estintori, entrata in vigore lo scorso giugno, vi è l’obbligo della messa fuori uso di quei dispositivi antincendio che il manutentore aziendale deve adottare perché:

  • sono di tipo non approvato; esclusione per gli estintori di classe D;
  • presentano segni di corrosione;
  • presentano ammaccature sul serbatoio;
  • sono sprovvisti delle marcature previste dalla legislazione vigente:
  • le proprie parti di ricambio e gli agenti estinguenti non sono più disponibili;
  • presentano marcature e iscrizioni illeggibili e non sostituibili;
  • devono essere ritirati dal mercato in conformità a disposizioni vigenti;
  • non sono dotati di libretto d’uso e manutenzione rilasciato dal produttore;
  • hanno superato 18 anni di vita.

Ed inoltre sancisce l’obbligo di apporre internamente ed esternamente all’estintore:

  • la data di revisione;
  • i riferimenti dell’azienda incaricata del controllo;
  • di sostituire le valvole in fase di collaudo per gli estintori a polvere e in fase di revisione per gli estintori a CO2;
  • di aggiornare la documentazione di manutenzione.

Per approfondire è possibile scaricare un estratto della norma Uni 9994/2013 cliccando qui

Post popolari in questo blog

Impianti di Stoccaggio Rifiuti: Obbligo Redazione Piano di Emergenza Interno

Obbligo di formazione addetti alla posa segnaletica stradale traffico veicolare, decreto 22 gennaio 2019 in GU