Post

Visualizzazione dei post da aprile 1, 2012

STOP alla autocertificazione della valutazione dei rischi

DAL 30 GIUGNO 2012 STOP ALLE AUTOCERTIFICAZIONI PER LE VALUTAZIONI DEI RISCHI

Dal 30 giugno 2012 termina la possibilità di "autocertificare" l’effettuazione della valutazione dei rischi, ai sensi dell’art. 29, comma 5 del Decreto Legislativo 81/2008 (Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro), per cui tutti i datori di lavoro che si sono avvalsi di tale facoltà (con numero di dipendenti inferiore a dieci) dovranno necessariamente elaborare il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) entro e non oltre il 30 giugno 2012.
Tale obbligo è infatti sancito dallo stesso articolo 29 che ha fissato in tale giorno la scadenza dei termini di validità dell’autocertificazione.
Pertanto, a far data dal 1 luglio 2012, tutti i datori di lavoro sprovvisti del Documento di Valutazione dei Rischi potrebbero incorrere nelle sanzioni previste dalla legge (violazione dell’art. 29, comma 1 - Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 €).

Valutazione del rischio da esposizione a campi elettromagnetici

Le specifiche disposizioni sulla protezione dei lavoratori dalle esposizioni ai campi elettromagnetici  derivate dal recepimento della direttiva 2004/40/CE e contenute nel Capo IV del Titolo VIII del Decreto legislativo 81/2008 - entreranno in vigore a breve, il30 aprile 2012. A partire da tale data il rispetto dei limiti imposti è richiedibile e sanzionabile da parte dell'Ente di Controllo benché sia valido il principio generale del Testo Unico che comunque già impegnava il datore di lavoro alla valutazione di tutti i rischi, inclusi quelli derivanti da esposizioni a campi elettromagnetici.
L’imminente entrata in vigore del Titolo VIII, Capo IV del D.Lgs. 81/2008 pone la questione di un’adeguata formazione ed informazione di tutte le figure professionali coinvolte nell’attività di valutazione del rischio legato ai campi elettromagnetici. A tal proposito riportiamo di sotto un link del sito dell INAIL http://www.ispesl.it/gauss/vdr.asp

Modello Unico Dichiarazione Ambientale (M.U.D.) 2012

Sul supplemento ordinario n. 283 della Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30 dicembre 2011 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri "Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l'anno 2012". Il modello di cui al decreto sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile 2012, con riferimento all'anno 2011, da parte dei soggetti interessati che sono così individuati: ·         Comuni o loro Unioni e/o Consorzi e Comunità Montane ·         Produttori di AEE e Sistemi Collettivi di Finanziamento ·         CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c), ·         Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

l Modello Unico di Dichiarazione ambientale è quindi articolato in 4 comunicazioni: 1.    Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione 2.    Comunicazione Imballaggi 3.    Comunicazione…